x
Questo sito web utilizza Google Analytics per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso di questi cookie leggi qui

Il caffè e la salute

Nel secolo scorso il caffè veniva prescritto dai medici come medicinale e venduto in farmacia.?Il caffè è un dei prodotti a largo consumo fra i più studiati dal punto di vista clinico negli ultimi decenni. Nessuna ricerca o studio ha mai potuto dimostrare e sostenere che il caffè, consumato in giuste quantità, faccia male. Al contrario molti studi descrivono e dimostrano invece gli effetti benefici del caffè e dei suoi principi attivi. ?Il caffè deve essere consumato in dosi che variano a seconda della miscela, del tipo di preparazione e del metabolismo di ciascuno oltre all’età e allo stato di salute. ?Nel caffè fresco e di qualità, tostato e preparato con cura, il gusto va d’accordo con la salute. Il caffè possiede sostanze antiossidanti, che contribuiscono ad eliminare i radicali liberi. Recenti ricerche descrivono un’azione preventiva del caffè verso alcune patologie, quali il morbo di Parkinson e la cirrosi epatica. La caffeina contenuta nel caffè stimola il sistema nervoso, attenua il senso di fame, mantiene costante l’attenzione e alto l’umore. Il caffè è utilizzato in alcune particolari diete e offre benefici anche per la respirazione e la digestione. È spesso un ottimo rimedio contro l’emicrania e innalza l’azione degli antidolorifici. E’ inoltre provato da recenti ricerche che, in dosi ragionevoli, il caffè non disturba, come si è sempre erroneamente creduto, il sonno e tanto meno produce effetti negativi per il cuore. Le miscele di pura Arabica hanno un tenore medio di caffeina intorno all’1,2%, mentre le miscele di Robusta arrivano a raddoppiarne la quantità contenuta.